Vino cruelty free apr15

Vino cruelty free

“Sogno di dare in pasto un vegetariano ad un vegano”, mi disse un giorno un amico un pochino intollerante nei confronti di queste tendenze alimentari. Un amico onnivoro, ovviamente, che alimenta il proprio umorismo geniale con tutti i migliori prodotti che il mondo vegetale, animale e...

Vinitaly, specchio dei territori: Trentino diviso, Südtirol unito.

Vinitaly o non Vinitaly, l’annoso dilemma. Occupare una giornata per tuffarsi nell’oceano enologico dei padiglioni di Verona Fiere, avendo la possibilità di incontrare centinaia di produttori di vino e di assaggiare bottiglie che non avresti mai l’opportunità di trovare in enoteca?...

Vino, sport, paesaggio: il mix vincente di DiVinNosiola mar18

Vino, sport, paesaggio: il mix vincente di DiVinNosiola

“Dai diamanti non nasce niente”, cantava Fabrizio De Andrè, dicendo in faccia ai benpensanti di ogni risma che non serve essere di stirpe nobile e di alto lignaggio, per produrre cose buone, a questo mondo. I vini dolci sono considerati da sempre vini regali, aristocratici, esclusivi:...

Il Manzoni bianco davanti ad un incrocio gen15

Il Manzoni bianco davanti ad un incrocio

Nomen omen? Un po’ ci crede il buon Kurt Rottensteiner di Brunnenhof, che ha il suo vigneto di Incrocio Manzoni proprio sul bivio della strada di Mazzon, e per non sbagliarsi ha dato alla bottiglia un nome di fantasia, Eva: “Non vorrei che qualcuno pensasse che chiamo il mio vino come un...

Solomon T. sbarca in America

Come Sergej Donatovič Dovlatov, Sholom Aleichem, Isaac Bashevis Singer e suo fratello Israel Joshua, Albert Einstein, i nonni di Allan Stewart Königsberg e Melvin Kaminsky, i genitori di Chico, Harpo, Groucho, Gummo e Zeppo Marx, i Leningrad Cowboys e tanti altri ancora, anche Solomon Tokaj...

Bere vino a Balaklava nov20

Bere vino a Balaklava

Le promesse vanno mantenute, cascasse il mondo dritto sui piedi di Solomon. E se qualche settimana fa ho scritto che sarei tornato a scrivere del vino delle ex repubbliche sovietiche, forse è proprio il caso di farlo. Da dove cominciamo? Abbiamo l’imbarazzo della scelta, nonostante non sia...

Merano Wine Festival: una lunga storia d’amore

“I tre criteri dell’opera d’arte: coerenza, intensità, continuità”, scriveva Arthur Schnitzler, scrittore e drammaturgo viennese, nato nel 1862 nella capitale imperiale da famiglia di origine ebraica. La citazione può sembrare temeraria, per parlare di piccole cose del mondo...

Se dietro al marketing rimane poco ott09

Se dietro al marketing rimane poco

Nei giorni scorsi si è fatto un gran parlare dello spazio espositivo del Trentino ad EXPO 2015. Come spesso accade la questione è stata analizzata in maniera comparata con lo spazio del Südtirol, e la notizia ha quindi assunto i toni di un derby calcistico perso con largo scarto nonostante...

Il passo del gambero del vino trentino

Dovessimo usare metafore calcistiche, lo potremmo definire un “cappotto”. 28 a 10 l’anno passato, 27 a 10 quest’anno: risultati che sembrano descrivere rapporti di forza impietosi e durevoli nel tempo, tra due squadre che probabilmente competono in categorie diverse. Di cosa sto...

Il Veltliner della Valtellina

“Deve prendere appuntamento e portargli due tre bottiglie di vino buono, non una qualche brodaglia che so io, lo sghelmo se ne intende, Veltliner, beve solo Veltliner, e solo imbottigliato a Sondrio, e per cominciare dargliene una bottiglia sola ma fargli vedere da subito anche le altre due,...

Il limite della sostenibilità

Il concetto di limite è ormai da anni al centro del dibattito pubblico. Fin dove può essere tirata la corda della sostenibilità, prima che questa si spezzi? Nel mondo agricolo questo è un tema centrale: al di là delle narrazioni da spot televisivo, sappiamo che l’agricoltura – e la...

“Contadini di montagna” ad Expo: un’occasione di dibattito critico giu05

“Contadini di montagna” ad Expo: un’occasione di dibattito critico

“Il film affronta in modo garbato, chiaro ed efficace l’evoluzione generazionale del lavoro agricolo in territori di montagna. Un’attività spesso sottovalutata se non addirittura disconosciuta, indubbiamente cambiata nei decenni ma pur sempre necessaria, faticosa, difficile e...

Paesaggio o spazio? L’irriducibilità dei luoghi mag29

Paesaggio o spazio? L’irriducibilità dei luoghi

Il 22 maggio uno dei più noti imprenditori del vino italiano, Gianni Zonin, ha ricevuto la laurea ad honorem in “Imprenditorialità e qualità del sistema agro-alimentare” presso l’Università di Palermo. L’imprenditore veneto è a capo della Casa vinicola omonima, che con 45 milioni...

Consorzi di tutela: cambiare si può? mag22

Consorzi di tutela: cambiare si può?

Dura lex, sed lex, sembra questo il messaggio che arriva da Roma, come monito per chi pensa sia necessario rivoluzionare il “sistema vino”. Nel tentativo di unificare due disegni di legge in discussione presso la Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, entrambi finalizzati a...

La storia nel paesaggio, strumenti per lo sviluppo mag15

La storia nel paesaggio, strumenti per lo sviluppo

Scrive il poeta veneto Andrea Zanzotto che il paesaggio “viene ad animarsi e a meglio splendere nel lavorio umano che vi opera”, e quindi non esiste paesaggio senza l’uomo, nel suo fare individuale e collettivo, l’uomo “quale momento più ardente della realtà naturale” (Ragioni di...

Viva il meticciato: per l’Expo il Müller Thurgau diventa autoctono mag08

Viva il meticciato: per l’Expo il Müller Thurgau diventa autoctono

Devo ammettere che all’inizio la sorpresa stava indirizzandosi verso lo sconcerto e una mal celata irritazione. Ma ho deciso di non abbandonarmi all’ira (“è avvedutezza per l’uomo rimandare lo sdegno”, Proverbi 19:11) e di riflettere (“la mente del giusto medita prima di...

Città e campagna: la sfida della convivenza mar22

Città e campagna: la sfida della convivenza

Trento e Bolzano sono due città profondamente caratterizzate dall’agricoltura. Difficile immaginare il capoluogo altoatesino senza le colline vitate di Santa Maddalena, così come non è facile togliere da una fotografia panoramica di Trento i meleti del fondovalle tra Romagnano e...

Una strategia sostenibile per l’agricoltura trentina

In attesa di vederlo all’opera nella sua nuova veste di Presidente della Fondazione Edmund Mach, il professor Andrea Segrè ha già ottenuto apprezzamenti e fiducia. Il mondo contadino locale vede in San Michele un faro per navigare nelle acque turbolente di un’agricoltura sempre più...

Fondazione Mach: fiducia ad Andrea Segrè

“Che strategia per il futuro del vino trentino? Cercansi risposte, disperatamente”. Ho chiuso così la rubrica della settimana scorsa. Non che non mi interessi il futuro del vino sudtirolese, tutt’altro: solo che mi sembra che a nord di Salorno, pur con tutte le contraddizioni proprie...

Tra Venezia e Venezie, cercasi strategia territoriale

“E’ fosco l’aere, il cielo è muto, ed io sul tacito veron seduto, in solitaria malinconia ti guardo e lagrimo, Venezia mia!”. Chissà se nella testa di qualcuno è risuonata la memoria dei versi di Arnaldo Fusinato, quando a gennaio scorso anche il Consiglio di Stato ha...

Etichette e territorio, una storia a lieto fine feb03

Etichette e territorio, una storia a lieto fine

E’ possibile immaginare un fiume senza una sorgente? O la pioggia senza una nuvola? O un quadro senza il suo pittore? La risposta è no, ovviamente. Allo stesso modo, è possibile pensare il vino senza il territorio? No, perché il vino non è una merce qualsiasi, né un prodotto di...

Cenere lavica e muretti: la magia di Lanzarote

Sette giorni di pioggia all’anno e incrociarne due in una vacanza di una settimana. Chi si diletta in calcoli statistici mi faccia sapere il livello della mia sfortuna. “Non è d’uso a Lanzarote togliere i santi dalla pace delle chiese per portarli a spasso in processione per...

Terrazzamenti, contro la “pianurizzazione” del mondo

Si chiude oggi l’approfondimento che ho voluto dedicare ai “contadini di montagna”: ho parlato della funzione “pubblica” degli agricoltori, costruttori e manutentori di paesaggio; ho approfondito la questione spinosa della remunerazione della fatica e del lavoro di chi opera sulle...

Agricoltura di montagna: le strategie per il futuro

Continua il mio approfondimento sul tema dei “contadini di montagna”, sulla loro funzione “pubblica” di manutentori di territorio e costruttori di paesaggio. Dopo aver sentito la versione dell’Assessore della Comunità della Valle di Cembra, Damiano Zanotelli, mi sono rivolto...

I “diritti d’autore” dei contadini di montagna

La settimana scorsa ho affrontato un tema che credo debba essere messo al centro delle politiche agricole, nella nostra regione: quello del riconoscimento del ruolo pubblico dei “contadini di montagna” come tutori del patrimonio collettivo territoriale. Ho deciso di non chiudere il...

Viticoltori di montagna: come remunerare la fatica?

“Non può piovere per sempre”, dice Brandon Lee in una delle scene più belle e commoventi di The Crow. Qualcuno in questi giorni ci scherza su, facendo circolare sul web immagini divertenti di un Brandon Lee che ammette sconsolato di essersi sbagliato. In effetti sembra che, come nella...

Un film ispirato da Bacco: l’ebbrezza del grande schermo

Ore 19.00 di un tranquillo martedì sera settembrino: da oltre mezzora sono fermo nella lunga fila che, dipanandosi davanti alla sala cinematografica, attende paziente l’acquisto del biglietto per la proiezione di “Vinodentro”, l’attesissimo film recentemente in concorso all’Orso...

Multifunzionalità dell’agricoltura, un nuovo ruolo sociale

Qualche settimana fa vi ho parlato del documento programmatico 2014-2020 elaborato da Acli Terra, nel quale ho trovato alcune interessanti proposte progettuali per il rilancio e la valorizzazione dell’economia rurale locale, anche nella sua funzione sociale. Ho pensato quindi di approfondire...

Le riflessioni di UDIAS sul Trentino del vino

Ho accolto con piacere l’invito di UDIAS al convegno “Antenna sul mondo del vino: quale rotta per il Trentino?”, organizzato venerdì scorso presso l’Aula Magna della Fondazione Edmund Mach di San Michele. Forse non tutti i lettori conoscono UDIAS: si tratta dell’Unione dei Diplomati...

Valle de Elqui, la conca del vino mar12

Valle de Elqui, la conca del vino

Gli amici di Imperial Wines viaggiano parecchio, sono sempre in giro per il mondo. Questo è il secondo reportage dell’amica vagabonda a spasso per l’America Latina: ora si trova in Cile, e pare che si trovi anche piuttosto bene. “Il buio della notte ancora non lascia spazio...

Piwi sbarca in Trentino: obiettivo sostenibilità

Procede il mio viaggio nel mondo della ricerca e dell’innovazione in campo vitivinicolo, in particolare in quel settore dedicato alla selezione di vitigni tolleranti alle più diffuse malattie fungine. Ho già scritto della lunga storia che ha portato la ricerca dalle prime esperienze...

Varietà di viti resistenti. Una lunga storia di ricerca

La viticoltura in Europa occupa circa il 3% della superficie agricola totale, ma è responsabile dell’utilizzo del 65% dei fungicidi. Un dato rilevante, che ci impone di guardare con occhi aperti e disincantati al mondo della vite e del vino, per me ancora così affascinante e pieno di...

Vino, scienza e innovazione. Una sfida per la sostenibilità

Il Muse, bisogna ammetterlo, è uno dei grandi protagonisti della storia recente del Trentino: dall’inaugurazione ad oggi la sua presenza ha condizionato in modo evidente la città di Trento, dapprima con la sua esplosiva capacità di attrarre turisti, poi per la continua produzione di...

Il vino sotto le Ande. Cartolina da Mendoza. gen22

Il vino sotto le Ande. Cartolina da Mendoza.

Non sono le Alpi, ma sempre di montagne e sempre di vino stiamo parlando. Non stupitevi di questa piccola deviazione: Imperial Wines ha un’amica vagabonda che, come Solomon Tokaj, ama scrivere della gente e dei vini delle terre che scopre durante il suo “infinito viaggiare”. Questa volta...

Un sorso di Mitteleuropa, nel cuore del Mediterraneo lug01

Un sorso di Mitteleuropa, nel cuore del Mediterraneo

Da oltre un anno, ormai, peregriniamo per l’Europa di mezzo, raccontando i territori, le culture e il lavoro dei vignaioli. Abbiamo avuto l’onore di conoscere persone meravigliose e di bere vini che ne rispecchiano in pieno lo spirito. Ora, speriamo di poter onorare la loro...

Vini molto veri giu21

Vini molto veri

L’anno è il 1889 e in Francia la filossera sta falcidiando gran parte dei vigneti. Chi, tra gli abitanti di allora, al vino proprio non voleva rinunciare fu costretto a bere qualcosa che aveva poco in comune con quello a cui era abituato a consumare fino a poco tempo prima. Ritornarono di...

Dietro i mercati, il vino e il territorio apr16

Dietro i mercati, il vino e il territorio

In questi giorni si è parlato di vino in continuazione. C’è stato un grande fermento: Vinitaly a trainare il carro, e beneficiando della scia tutto il mondo della viticoltura e dell’enologia italiana a cercare l’accelerazione. Per chi voleva mantenersi in allenamento, tra calici e...