Io, il Pinot Nero apr29

Io, il Pinot Nero

Mia madre è il Traminer, mio padre il Pinot Meunier. Sono nato nel bacino del Reno, territori abitati dai Celti: di me, bambino un po’ selvatico, ha scritto addirittura Lucio Giunio Moderato Columella, già nel primo secolo dopo Cristo. Come molti della mia generazione, sono stato cresciuto...

Dalla Grecia con amore: olio e olive, in attesa del vino mar11

Dalla Grecia con amore: olio e olive, in attesa del vino

Non c’è nulla di più europeo della Grecia, e mi piace pensare di dirlo in questo tempo balordo, nel quale qualcuno propone persino di metterla al bando, perché troppo povera, perché troppo instabile, perché inaffidabile. Non c’è nulla di più europeo della cultura greca: fa sorridere...

Fantasmagorie della belle époque mar04

Fantasmagorie della belle époque

Definire una fase, darle un nome, “periodizzare” come si usa dire tra gli storici, è un’operazione culturale che si esercita su un terreno spesso accidentato: perché, anche quando lo si compie per innocenti obiettivi didattici, non è mai un atto neutro e distaccato, e presuppone...

Nel solco degli emigranti feb26

Nel solco degli emigranti

Chi non ha un pensiero, un talismano letterario, un richiamo della memoria che, all’occorrenza, contribuisca a risollevare l’umore? Il mio è una perla di John Fante: “Vi sfido a chiamarmi Wop! – Il mio fratello più piccolo, che non ha neanche sei anni, salta in piedi e,...

San Valentino, che storie

Certo non poteva saperlo, il solerte romano Furius Placidus, che uccidendo quell’uomo ne avrebbe fatto un martire, costruendo la sua fortuna postuma ma soprattutto quella di ristoranti, fiorai e industria dolciaria. Quell’uomo era Valentino, nato a Terni nel 176 d.C., patrizio di origine,...

Dom Pérignon e luganega: una storiella talmudica

Qualche giorno fa è tornato a galla, nello stagno della mia memoria, un passaggio della storia talmudica del forno di Aknai, nella quale si narra della diatriba tra rabbi Eliezer e un gruppo di rabbini. Non importa tanto il merito del dibattito tra dotti, ma la storia in sé. Rabbi Eliezer,...

Ai piedi dell’Ararat: il vino in Armenia nov27

Ai piedi dell’Ararat: il vino in Armenia

Ha fatto molto discutere, in questi giorni, l’intervento di Hami Aksoy, console generale turco a Milano che, prendendo la parola in un convegno organizzato dalla Fondazione Caritro presso l’Auditorium S. Chiara di Trento, ha sostanzialmente disconosciuto il “genocidio” del popolo...

Amore, eresia, libertà: il vino di fra Dolcino nov13

Amore, eresia, libertà: il vino di fra Dolcino

Un velo monocromo sembra coprire la storia di questo Trentino: lineare, solida, compatta, una superficie liscia e senza increspature. Dove si parte, dove si arriva, chi governa il gioco: tutto evidente, nessuna possibilità di errore. Ma c’è sempre qualcosa che si inceppa: il vetro degli...

Isole nel Silenzio lug17

Isole nel Silenzio

“Quando ti metterai in viaggio per Itaca, devi augurarti che la strada sia lunga, fertile in avventure e in esperienze. Sempre devi avere in mente Itaca – raggiungerla sia il pensiero costante. Soprattutto, non affrettare il viaggio; fa che duri a lungo, per anni, e che da vecchio...

Calici sulla neve: la magia di Wein am Berg apr27

Calici sulla neve: la magia di Wein am Berg

Da che ho ricordi, la mia frequentazione della montagna ha visto alcuni elementi farla da padrone: la voglia di stare ampiamente sotto i tempi di percorrenza della cartellonistica CAI- SAT, il pane di segale con lo speck e la luganega, uno zaino più pieno del necessario, l’assenza della...

Il Teroldego, l’oro del Tirolo

Che derivi o meno da Tiroler Gold, «oro del Tirolo», certo è che il Teroldego è uno dei pochi vitigni locali ai quali si può affibbiare senza troppi dubbi l’etichetta di autoctono. “Questa varietà di vitigno si trova coltivata intensivamente nel bacino di Mezzolombardo e Mezzotedesco...

Il culto del Riesling

Alcuni vini diventano come le star del cinema, o i calciatori famosi: se vogliamo scomodare i santi, assurgono al rango di vere e proprie religioni, e se non lasciamo stare nemmeno i fanti, possiamo dire che per qualcuno sono una forma di ideologia politica. Mi sono già definito...

“Contadini di montagna”, un film su chi coltiva le “terre alte” gen26

“Contadini di montagna”, un film su chi coltiva le “terre alte”

“Ho cominciato a vedere quello che mi stava attorno e che non avevo mai guardato con attenzione: non era solamente la campagna. Erano i campi e quello che nei campi succedeva. Era la complicata faccenda, quanto mai antica e tuttavia sempre piena di novità e di imprevisti, del coltivare la...

Evviva la fermentazione! divagazione sulla birra …

L’acqua può diventare anche una buona bevanda, se mescolata con malto e luppolo, così dicono in Germania. E dato che non di solo vino vive l’uomo, e che nei paesi di cui racconto le storie ne scorre a fiumi, forse è arrivato il momento di dedicare qualche riga alla birra, l’altra...

Josko Gravner, il cuore nella campagna

Per vivere e lavorare in campagna ci vuole l’essenziale. Ci vogliono, ad esempio, le scarpe giuste, adatte per camminare nella terra, non devono perder la presa nel momento del bisogno e nemmeno aver paura se un po’ di polvere le si deposita sopra. I graffi, poi, sono come le rughe sulla...

Sapori di vini antichi nei luoghi del Concilio

Ci sono molti momenti cruciali, nella lunga storia della viticoltura nelle terre trentine. Uno di questi è sicuramente il Concilio di Trento, che nel XVI secolo tra il 1545 e il 1563 fece di Trento uno dei luoghi centrali della cristianità. Per diciotto lunghi anni, con qualche breve...

Il Blauer Portugieser e il Portogallo che forse non c’entra set15

Il Blauer Portugieser e il Portogallo che forse non c’entra

I portoghesi non saranno contenti di sapere che, in Italia, il nome della loro nazione è associato ad una speciale categoria di persone: quelle che usufruiscono di un servizio senza pagare. Sono “portoghesi” quelli che salgono sul bus e non timbrano il biglietto (“Lotta ai...

Tra i tanti Pinot, il sottovalutato “Bianco”

Nessuno può dire di essere immune dal condizionamento degli stereotipi, delle convinzioni radicate, dei giudizi presi a prestito da terzi o da un non meglio definito senso comune. Parlando di vini è praticamente impossibile non cadere nelle banalità delle cose già dette e già sentite, ma...

1914: vignaioli ungheresi in Trentino, nell’ultimo giorno di pace

“Alle 7 precise due automobili dell’impresa Zontini ci stanno aspettando davanti all’Hotel Bristol. La giornata bellissima favorita da un tempo favorevole che con rara gentilezza il giorno prima aveva voluto innaffiarci la strada per togliere la polvere ci fa sperare che la gita...

Mostre del vino, ieri e oggi lug27

Mostre del vino, ieri e oggi

E’ stato pubblicato di recente un libro, “Storia e storie della Mostra vini del Trentino”, con testi curati da Angelo Rossi. Vi si trovano notizie molto interessanti sulla storia di questi eventi, ma anche qualche lucida proposta per un futuro ad oggi poco chiaro. Ho incontrato il...

Veronelli e il Müller Thurgau dei “Siori di Faedo”

“Senti questo Müller Thurgau 1977 della località Palai dei Siori di Faedo: colore giallo oro pallido percorso da brividi verdi; respiro fresco e aromatico a un tempo, insistito e vivido (ha stacchi di fior di pesco, crosta di pane e mandorla novella); sapore secco senza asperità, ampio...

I paesaggi, la fatica, i numi tutelari

Ammetto una debolezza: in questi giorni ho cominciato a fare la conta dei luoghi “patrimonio mondiale dell’umanità” che ho avuto la gioia di visitare. Il Þingvellir National Park in Islanda, dove ho rischiato di rimanere surgelato dentro la tenda, in una notte stellata; la città...

I ricordi del primo incontro … giu09

I ricordi del primo incontro …

“Probabilmente non siamo giunti a risposte definitive e chiare, ma di certo abbiamo acceso l’interesse a proseguire nella ricerca, senza fare troppo caso ai confini ancora tracciati sulle mappe d’Europa. Vignaioli senza frontiere, come auspicato durante il dibattito: per il momento, con...

La Franconia, simbolo dell’Europa di mezzo

C’è una varietà di vino che, più di tutte le altre, è in grado di raccontare le tante storie che si sono intrecciate nei territori mitteleuropei. Una varietà che in Trentino e in Südtirol forse non dice più un granché, essendo praticamente scomparsa dai nostri vigneti, ma che ancora...

Villa Russiz: dal passato di un’Europa aperta, una bella storia

Più mi addentro nel mondo del vino, più capisco quanto è grande e variegato. Pensi di conoscerlo a fondo, ma in un attimo scopri che sei solo all’inizio del viaggio. Ascolti una storia interessante e questa ti apre un’infinità di collegamenti ancora più intriganti. Dei tanti racconti...

Il vino dell’orrore: un’offesa per l’umanità

Il 27 gennaio è una data che ogni anno impone a tutti un impegno, uno sforzo civile e culturale. Ricorre infatti la commemorazione dell’ingresso delle truppe sovietiche ad Auschwitz: i cancelli che racchiudevano l’orrore si aprirono, e nessuno poté più dubitare di quanto fosse avvenuto,...

Le fotografie di Scianna. Autobiografia di sapori #25

L’uomo è ciò che mangia o anche come mangia? Cibo e vino sono solo un fatto alimentare o questioni sociali e culturali? Certo l’industrializzazione e il consumismo, elevato a fondamento antropologico del capitalismo – “consumo dunque sono”– spesso hanno azzerato la possibilità...

Zeremia

Con questo articolo di Nereo Pederzolli, vogliamo ricordare Augusto Zadra, recentemente scomparso: l’Uomo del Groppello di Revò, una persona per bene e un contadino sapiente. ….. Aspro, in tutto. Proprio come il suo vino. Che ti prende con grinta, ma subito rincuora, apre ai buoni...

Cenere siete set03

Cenere siete

Il cassetto dei vecchi racconti trabocca di carte polverose. E considerato che, di recente, la maggior parte del nostro tempo è dedicata a dare voce a Solomon Tokaj, i cui reportage potete leggere nella sezione del sito e ogni venerdì sul Corriere del Trentino, riprendiamo queste anticaglie...

Lo strano effetto che il vino ha sugli increduli lug23

Lo strano effetto che il vino ha sugli increduli

Correva l’anno 2005, e un giovane “imperiale” aveva ancora il tempo e la voglia di scrivere racconti. Alcuni finivano anche per piacere, e non solo per piacergli. Questo, in particolare, fu apprezzato dalla giuria di “Bere il territorio”, concorso per racconti...

Il vino del Chiese, tra passato e speranze set12

Il vino del Chiese, tra passato e speranze

La valorizzazione dell’identità culturale ed economica di molti territori alpini non può essere distinta dall’analisi storica e sociologica dei fattori trasformativi dell’attività agricola, a partire dall’abbandono della coltivazione della vite. Ma c’è anche chi, come i soci...

La passione e le mani dei vignaioli trentini set10

La passione e le mani dei vignaioli trentini

Abbiamo lasciato trascorrere qualche giorno per scrivere ancora del sabato dei vignaioli trentini, quel primo settembre duemiladodici che si lascerà ricordare a lungo. Le nostre prime impressioni, più o meno tecniche, sono state ospitate dal blog del vino trentino: un commento a caldo, con...

La vite oltre il Danubio lug17

La vite oltre il Danubio

Non è facile parlare della storia della viticoltura in repubblica Ceca in maniera unitaria, poiché il territorio ceco si divide in due grandi sotto-regioni caratterizzate da storie molto diverse. È quindi necessario fare una distinzione tra la Moravia e la Boemia e considerarle come due...

La passione per la terra, l’emozione del vino giu05

La passione per la terra, l’emozione del vino

“Storie di vite” è il racconto di una serie di incontri: alcuni ormai sedimentati in amicizia, altri recenti e tutti da approfondire, altri ancora in attesa di compiersi. “Storie di vite” è a sua volta un incontro: non facile, come tutte le “prime volte”,...

Una domenica con i Dolomitici mag30

Una domenica con i Dolomitici

Riceviamo questo testo dai Dolomitici, liberi viticoltori trentini che si presenteranno domenica 3 giugno a Castel Noarna, a partire dalle 15.00. Un bellissimo appuntamento al quale parteciperemo con gioia. …………………….. La viticoltura trentina...

Storie di vite mag28

Storie di vite

Buone pratiche nei campi e in cantina nelle esperienze dei vignaioli mitteleuropei. Venerdì 1 giugno 2012 ORE 17.30 Maso Pez – via Margone 11, Ravina (Trento) Incontro aperto tra vignaioli: dalla Moravia al Trentino per confrontarsi sulle diverse esperienze che accomunano regioni con una storia che scorre in parallelo. Sostenibilità, tradizioni, autenticità: come si declinano in territori così vicini e così lontani? Parlare di agricoltura significa parlare dell’uomo e del suo stare al mondo. Significa parlare di ambiente e paesaggio. Significa parlare di nutrizione e gusto, di produzione e cultura, di tradizione e modernità, di...

La lunga storia del Grüner Veltliner mag16

La lunga storia del Grüner Veltliner

Da più di un secolo gli esperti si chiedono da dove provenga il Grüner Veltliner, al giorno d’oggi la più importante varietà austriaca. Già alla fine del XIX secolo, August Wilhelm von Babo, che fu il primo direttore della scuola di enologia di Klosterneuburg, assieme a Hermann Goethe,...