Quelli che il vino…

Quelli che il vino del contadino almeno è fatto con l’uva. Quelli che il peggior vino del contadino è sempre meglio del miglior vino industriale. Quelli che lo pensavano prima di assaggiare el grinton. Quelli che dopo aver assaggiato el grinton hanno dei dubbi anche sull’assunto...

Finis Austriae, fine dell’Europa: il gusto amaro dei reticolati

Bevo un bicchiere di Grüner Veltliner, il verde Veltliner che tanto mi piace: è una bottiglia verde pure quella, etichetta semplice, rigorosa, elegante nei suoi dettagli impercettibili. Penso alle colline del Kamptal sulle quali questo vino è stato prodotto, nei dintorni di Langenlois, poco...

San Valentino, che storie

Certo non poteva saperlo, il solerte romano Furius Placidus, che uccidendo quell’uomo ne avrebbe fatto un martire, costruendo la sua fortuna postuma ma soprattutto quella di ristoranti, fiorai e industria dolciaria. Quell’uomo era Valentino, nato a Terni nel 176 d.C., patrizio di origine,...

Dom Pérignon e luganega: una storiella talmudica

Qualche giorno fa è tornato a galla, nello stagno della mia memoria, un passaggio della storia talmudica del forno di Aknai, nella quale si narra della diatriba tra rabbi Eliezer e un gruppo di rabbini. Non importa tanto il merito del dibattito tra dotti, ma la storia in sé. Rabbi Eliezer,...

Una mela al giorno: Sidro, Calvados, Pommeau

Una mela al giorno leva il medico di torno, dice il saggio. Soprattutto se è fermentata, dice il saggio godereccio. Perché sì, pur non essendo pratica nota ai più, anche la mela rientra tra quella miriade di prodotti della terra che, fermentando, offrono all’uomo momenti di quiete,...

Solomon T. sbarca in America

Come Sergej Donatovič Dovlatov, Sholom Aleichem, Isaac Bashevis Singer e suo fratello Israel Joshua, Albert Einstein, i nonni di Allan Stewart Königsberg e Melvin Kaminsky, i genitori di Chico, Harpo, Groucho, Gummo e Zeppo Marx, i Leningrad Cowboys e tanti altri ancora, anche Solomon Tokaj...

Le parole ammutinate: libri e vini contro la guerra

Brutta bestia la guerra, che sia “grande” o che sia piccola, che sia falsa o che sia vera: niente di eroico e mitico, niente leggende del Piave, solo sangue e carne che non stanno dove devono stare, odori di morte che disgustano i vivi, rumori che fanno ammattire anche le menti più dure,...

Luxus für alle!

“Luxus für alle”, recita uno slogan fortemente politico della sinistra radicale antifascista tedesca. “Nicht Wasser sondern Wein”, aggiungevano i più didascalici riformisti di Die Linke. Googlando in tedesco, emerge la forte carica eversiva e anticapitalista di questa affermazione:...

Alle prese con una rossa milonga: Reboro, calice di dolcezza

“Nel tango, ci si conosce attraverso l’abbraccio”, ha detto Miguel Ángel Zotto, ballerino argentino tra i più grandi di sempre. Cosa posso saperne io, che il tango non l’ho mai ballato e che, se mi avventurassi in un tentativo, finirei deriso da tutte le creature, anche le più...

Prendiamoci il tempo! Incanti di libri e bottiglie

Il tempo è un compagno vigliacco, che ti illude di esserci sempre ma troppe volte ti lascia da solo. Come quelli che non sanno dire di no, “ci sono, ci sono”, poi qualcosa va sempre storto. È solo che il tempo, che esista o non esista (“il tempo siamo noi”, mi ha detto qualche giorno...

La confraternita della Schiava: spunti enoici by John Fante

Parlando con un ristoratore, di recente, ho avuto un’ulteriore conferma di come oggi molte persone ad un vino richiedano soprattutto leggerezza e freschezza. Un vino di facile beva. Inconsapevolmente quell’oste mi fece un assist per una divagazione letteraria, di quelle che...

Tradizione e modernismo: la sana dialettica valtellinese

“Non per una sola strada si giunge ad un mistero così grande”, scriveva nel IV sec. Quinto Aurelio Simmaco, senatore e oratore romano, di fede pagana, in polemica con Ambrogio, vescovo di Milano: forse la prima, evoluta presa di posizione intellettuale a difesa del pluralismo religioso,...

Il Veltliner della Valtellina

“Deve prendere appuntamento e portargli due tre bottiglie di vino buono, non una qualche brodaglia che so io, lo sghelmo se ne intende, Veltliner, beve solo Veltliner, e solo imbottigliato a Sondrio, e per cominciare dargliene una bottiglia sola ma fargli vedere da subito anche le altre due,...

Lo spirito del Südtirol: il Whisky PUNI

Ci siamo lasciati venerdì scorso nel pieno di una ricognizione sui luoghi della produzione di whisky nell’Europa continentale. Chi pensa, infatti, che questo prezioso prodotto sia un’esclusiva delle distillerie delle Highlands, dello Speyside, di Islay e delle Islands, si sbaglia: non si...

L’arte di distillare cereali

Se la Val Calamento mi ha ispirato un lungo sorso di Peverella, la Val Malene ormai da un anno mi solletica ricordi che non sanno di uva e mosto, ma di malto e legno di rovere. Pensieri profumati di brughiere scozzesi, brillanti come i campi del Tennessee, dominati da ammiragli impavidi, verso...

Pevarella in Calamento

L’amico Pevarello che vorrebbe piantare Solaris in Calamento è il pretesto per l’articolo di oggi. L’articolo di oggi sarà il pretesto per aprire un’altra bottiglia con lui e la banda riunita, speriamo proprio in Calamento, dove fa fresco e il telefono cellulare riposa in pace. La...

Condividere la tavola: l’etica dell’ospitalità

Nella mia vita l’esperienza dell’ospitalità è sempre stata intrecciata a quella del cibo e del vino. Non sono stati molti – e ancora non lo sono – i giorni in cui, passando dalla casa dei miei vecchi, non abbia trovato qualcuno al tavolo, davanti ad una luganega, un pezzo di...

Cenere lavica e muretti: la magia di Lanzarote

Sette giorni di pioggia all’anno e incrociarne due in una vacanza di una settimana. Chi si diletta in calcoli statistici mi faccia sapere il livello della mia sfortuna. “Non è d’uso a Lanzarote togliere i santi dalla pace delle chiese per portarli a spasso in processione per...

Il vino e l’ironia, contro il fanatismo

Non più tardi di un mese fa, salutavo l’arrivo delle Feste con un modesto appello al dialogo: avevo di fronte il Natale, Hanukkah, Mawlid al-Nabi, il laicissimo Capodanno … queste occasioni di fratellanza se le è portate via non l’Epifania, ma il piombo dei kalashnikov di alcuni uomini...

Coltiviamo la diversità: un proposito per il 2015

È un piccolo ma significativo onore aprire un nuovo anno delle rubriche del Corriere del Trentino e dell’Alto Adige. Come sfruttare al meglio questa occasione? L’approccio più tradizionale mi offrirebbe due opportunità: la classifica del meglio dell’anno passato e la lista...

Natale con i tuoi

E’ il secondo Natale che trascorro con voi, segno di una costanza che non avevo preventivato, iniziando a scrivere questa piccola rubrica settimanale. Dico Natale per comodità, ma senza esclusione, perché a me piacciono le feste in generale: ho accolto Santa Lucia con le bambine e i...

Santa Massenza, distillato di tradizioni

Se ci sono dei luoghi simbolici della cultura della vite in regione, tra questi possiamo annoverare sicuramente il paese di Santa Massenza in Valle dei Laghi. Piccolo lembo di Mediterraneo ai piedi delle Dolomiti, borgo antico incastonato tra i monti ed i laghi, tra viti, olivi e lecci....

Terrazzamenti, contro la “pianurizzazione” del mondo

Si chiude oggi l’approfondimento che ho voluto dedicare ai “contadini di montagna”: ho parlato della funzione “pubblica” degli agricoltori, costruttori e manutentori di paesaggio; ho approfondito la questione spinosa della remunerazione della fatica e del lavoro di chi opera sulle...

Agricoltura di montagna: le strategie per il futuro

Continua il mio approfondimento sul tema dei “contadini di montagna”, sulla loro funzione “pubblica” di manutentori di territorio e costruttori di paesaggio. Dopo aver sentito la versione dell’Assessore della Comunità della Valle di Cembra, Damiano Zanotelli, mi sono rivolto...

I “diritti d’autore” dei contadini di montagna

La settimana scorsa ho affrontato un tema che credo debba essere messo al centro delle politiche agricole, nella nostra regione: quello del riconoscimento del ruolo pubblico dei “contadini di montagna” come tutori del patrimonio collettivo territoriale. Ho deciso di non chiudere il...

Viticoltori di montagna: come remunerare la fatica?

“Non può piovere per sempre”, dice Brandon Lee in una delle scene più belle e commoventi di The Crow. Qualcuno in questi giorni ci scherza su, facendo circolare sul web immagini divertenti di un Brandon Lee che ammette sconsolato di essersi sbagliato. In effetti sembra che, come nella...

A Merano la calda voce del sud

Arriva novembre, ritorna l’appuntamento col Merano Wine Festival. Sulla cresta dell’onda dal 1992, sembra uno dei pochi appuntamenti enoici che non risente della crisi. Le ragioni di questo successo? Per capirle meglio, quest’anno ho deciso di veleggiare verso il Mediterraneo, per...

Il Törggelen al tempo della vespa cinese

È stato davvero un anno balordo per chi vive lavorando la terra. Grandine, sole, pioggia, freddo, tutti i normali elementi che caratterizzano le stagioni hanno deciso di combinarsi in modo strambo, con effetti paradossali. Senza scomodare le serie storiche (“L’estate più fredda...

Un film ispirato da Bacco: l’ebbrezza del grande schermo

Ore 19.00 di un tranquillo martedì sera settembrino: da oltre mezzora sono fermo nella lunga fila che, dipanandosi davanti alla sala cinematografica, attende paziente l’acquisto del biglietto per la proiezione di “Vinodentro”, l’attesissimo film recentemente in concorso all’Orso...

L’incanto della frontiera

“C’è un incanto che appartiene a tutte le frontiere, e risponde a quella commozione irrazionale, viscerale, che non può non provare, al cospetto di ogni frontiera, chiunque ami davvero la libertà. Ma ciò che ci commuove e sconvolge regolarmente e gioiosamente quando passiamo il confine...

La solitudine dei dati statistici (sul vino trentino)

Ai numeri e alle statistiche, si sa, molto spesso ci si appoggia come fanno gli ubriachi con i lampioni: non per farsi illuminare, ma per restare in piedi ed evitare di ruzzolare a terra. Citazione di Mark Twain, solo per esprimere una preoccupazione: nella girandola di dati di cui ci...

Cooperare per generare impresa

Ho scritto spesso della cooperazione trentina, soprattutto in campo vitivinicolo: della sua nascita, delle prime cantine sociali sorte verso la fine del XIX secolo, dei principi ispiratori del movimento cooperativo e del grande ruolo che la cooperazione ha svolto – assieme alla Provincia...

I paesaggi, la fatica, i numi tutelari

Ammetto una debolezza: in questi giorni ho cominciato a fare la conta dei luoghi “patrimonio mondiale dell’umanità” che ho avuto la gioia di visitare. Il Þingvellir National Park in Islanda, dove ho rischiato di rimanere surgelato dentro la tenda, in una notte stellata; la città...

Abbinamento libro – vino, nuove storie da raccontare

I sommelier ci insegnano che abbinare un vino ad un cibo è un’arte difficile: sono molti gli elementi da considerare, cercando di creare un’alchimia che si misura nei dettagli, tra dolcezze e sapidità, morbidezze e astringenze, aromaticità e freschezze. Insieme alle amiche e agli amici...

Angelo Gaja a Trento. Un’icona del vino italiano.

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in Italiano.

Multifunzionalità dell’agricoltura, un nuovo ruolo sociale

Qualche settimana fa vi ho parlato del documento programmatico 2014-2020 elaborato da Acli Terra, nel quale ho trovato alcune interessanti proposte progettuali per il rilancio e la valorizzazione dell’economia rurale locale, anche nella sua funzione sociale. Ho pensato quindi di approfondire...

Vino, turismo e ristorazione: l’esperienza di “Wein am Berg”

La tavola del ristorante, dalla più popolare delle osterie al più lussuoso degli stellati Michelin, è il luogo dove una bottiglia di vino trova il suo “habitat” ideale: il piacere della convivialità, lo strappo alla regola, la voglia di provare gusti e abbinamenti nuovi … il vino è...

Antiche varietà trentine, una ricchezza da riscoprire

Ho scritto molto, nelle scorse settimane, in merito ai progetti per la selezione di varietà resistenti ai patogeni fungini, che vede i centri di ricerca e sperimentazione della nostra regione all’avanguardia in Italia. Ma non solo al “nuovo”, si rivolgono le ricerche: i lavori dei...

Le riflessioni di UDIAS sul Trentino del vino

Ho accolto con piacere l’invito di UDIAS al convegno “Antenna sul mondo del vino: quale rotta per il Trentino?”, organizzato venerdì scorso presso l’Aula Magna della Fondazione Edmund Mach di San Michele. Forse non tutti i lettori conoscono UDIAS: si tratta dell’Unione dei Diplomati...

I progetti di Acli Terra per il futuro dell’agricoltura

Non me ne vogliano i lettori appassionati esclusivamente di vino, ma oggi mi pare opportuno dare spazio ad alcune riflessioni che non riguardano lo specifico settore vitivinicolo, ma l’intero sistema dell’agricoltura trentina: non è la prima volta che cambio la focale del mio obiettivo e...